Il TUO Consulente alberghiero

Linee guida per una camera d'Albergo perfetta

INDICE

3. La scelta dei materiali per un ambiente isolato, sicuro e pulito

Ogni albergatore deve realizzare gli arredi della propria struttura adeguando le esigenze di budget a quelle che sono le normative e le indicazioni presenti nella legislazione vigente. Questo è solo uno degli aspetti che vincolano la scelta dellarredamento; d'altro canto non bisogna dimenticare il comfort e l'esigenza di creare un ambiente piacevole che possa conciliare il riposo, privilegiando scelte che uniscano allo stesso tempo design e funzionalità.

Anzitutto bisogna avere le idee chiare da subito e chiedersi: "che stile voglio per il mio albergo e, di conseguenza, anche per larredamento delle camere?"
Questa non è una domanda banale, poichè in base all'ambiente creato possiamo offrire determinate suggestioni al nostro ospite e trasportarlo in una realtà differente. Il concept della camera deve essere pensato innanzitutto in funzione dei clienti. Il primo criterio da rispettare potrebbe essere lunità tra l'ambiente esterno e interno. Riportare colori ed essenze di una località allinterno della camera può essere una scelta vincente.
Per esempio ad un albergo situato in montagna si potrebbero abbinare arredi o accessori che richiamino i colori e i materiali naturali, mentre per un Hotel ubicato in città potrebbero essere più adatte linee moderne e attuali, soprattutto se si tratta di edifici di nuova costruzione.
Altro discorso riguarda le dimore d'epoca, i cui richiami al periodo di costruzione dovrebbero essere visibili nellarredamento e nei complementi utilizzati, in modo da valorizzarle al massimo.
Non esiste in ogni caso una regola univoca per il design, potrebbe essere una scelta vincente anche offrire un forte contrasto tra interno ed esterno, ad esempio proponendo il moderno in un contesto classico, l'importante è valorizzare la struttura dando un certo tipo di omogeneità, un filo conduttore.
I casi sono davvero tanti e sarebbe impossibile trattarli tutti, tuttavia, qualunque sia la tipologia di albergo, ci sono alcune indicazioni standard che devono essere seguite.

I materiali che si possono utilizzare per rendere le proprie camere uniche e curate in ogni minimo dettaglio sono molti. Chi punta sulle essenze del legno sa bene che è lo spessore di questo materiale a dare importanza e prestigio alla camera; ed a aumentarne la robustezza e la durata della mobilia nel corso degli anni. Cè chi invece preferisce puntare su testate imbottite e particolari in stoffa, ma questa può essere una scelta che implica una manutenzione più onerosa. Un'altra alternativa è rappresentata dalla pelle e dall'ecopelle, questultima più economica rispetto alla prima, ma capace comunque di offrire un ottimo impatto visivo donando una certa eleganza e rendendo l'ambiente sofisticato e moderno e di facile manutenzione.
Quale che sia la scelta che si intende perseguire, è fondamentale, anche in questo caso, non trascurare specifiche tecniche che consentano una migliore gestione degli spazi e che allo stesso tempo garantiscano la sicurezza degli ospiti.

Vediamo adesso quali sono le specifiche principali che ogni albergatore deve rispettare per offrire un ambiente sicuro, a norma e di comfort per il cliente.
Dobbiamo partire dal notare come molte recensioni negative o critiche che i clienti muovono agli alberghi sui siti specializzati e social network, riguardano la rumorosità degli ambienti. Partiamo dalle porte, che rappresentano, per così dire, il preludio alla stanza.
Le porte, infatti, possono essere dotate di un pannello caratterizzato da una certa massa, che di conseguenza ostacola la trasmissione acustica. Il telaio della porta deve essere realizzato in modo tale da avere delle guarnizioni di tenuta. Inoltre, lo spazio presente tra telaio e muratura deve essere sigillato con l'utilizzo di schiuma ad alta densità.
Il silenzio e la tranquillità sono due fattori molto apprezzati dai clienti. A nessuno farebbe piacere soggiornare in una camera dove si sentano distintamente i rumori del corridoio oppure i suoni provenienti dalle camere adiacenti. In una camera, dove il silenzio è uno dei parametri più rilevanti, il rumore percepito non deve superare i 35/40 decibel.
Dove ci sono problemi di rumore che vengono dalla porta, se non si vuole affrontare la spesa di sostituire tutte le porte con delle nuove porte insonorizzate, si rivela utile applicare dei pannelli imbottiti rifiniti in ecopelle all'interno della porta, che, oltre ad essere delle soluzioni d'arredo molto belle, offrono una discreta fonoassorbenza, consentendo un isolamento acustico efficiente.
La soglia, infine, deve essere realizzata in maniera tale che sotto la porta non passino pavimentazioni realizzate in moquette, parquet o in altri materiali che possano andare a fuoco e quindi trasmettere le fiamme da un locale all'altro.

Gli infissi sono un altro elemento che contribuisce al corretto isolamento acustico e termico della camera. Possono essere realizzati in alluminio, legno o pvc. In alcuni casi si può ottenere un mix di più materiali; per esempio, è possibile realizzare infissi che presentino finiture in legno per gli interni apparendo di alluminio allesterno.
Devono essere dotati di doppio vetro, così da garantire un buon isolamento acustico ma anche termico. Generalmente gli infissi più diffusi sono quelli in alluminio, in quanto questo tipo di materiale risente meno delle condizioni atmosferiche e si deforma con minor facilità.
Ma attenzione, si deve considerare che, essendo metallo, in caso di una differenza termica molto grande, i profilati di alluminio non a taglio termico tendono a fare condensa, che non è molto gradevole da vedere. La manutenzione in ogni caso è molto semplice e veloce, caratteristica che non guasta, dato che in un albergo la pulizia di ogni ambiente va curata sempre nei minimi dettagli.
In più, esistono diverse finiture che consentono di personalizzare l'ambiente come si preferisce. Molto in voga sono adesso gli infissi realizzati in PVC, per l'alta resa isolante e per il costo contenuto, ed in più non hanno il problema della condensa come quelli in alluminio.
Possiamo affermare che investire in infissi di qualità consente a qualsiasi albergatore di offrire ai propri clienti un ambiente isolato dai rumori esterni, quindi tranquillo e rilassante; ma si tratta di una scelta vincente anche dal punto di vista energetico, in quanto, andando ad evitare la dispersione del calore, si va ad ottenere un'ottimizzazione dei consumi, e di conseguenza una bolletta più bassa.

Passiamo a parlare di un altro argomento di fondamentale interesse per la percezione di comfort e pulizia: i pavimenti. La scelta dei materiali è veramente ampia: dalla moquette al parquet, dal marmo al gres, dalla ceramica fino ai laminati, le possibilità sono tantissime. La differenza sostanziale la fanno il budget che si ha a disposizione e il tipo di camera che si sta creando. La scelta va eseguita con cura, in quanto il pavimento deve richiedere una facile manutenzione dovendo essere pulito tutti i giorni.
La moquette, per esempio, non è la scelta ideale se nel proprio albergo si ospitano famiglie con bambini, poichè tende a sporcarsi molto facilmente. Inoltre, con la proliferazione di alcune allergie come quella agli acari, scegliere materiali che trattengano meno la polvere può essere un modo efficace per offrire ai propri ospiti un ambiente più salubre.
Di contro la moquette è quella che offre il miglior abbattimento acustico, per questo è scelta in genere in alberghi di 4-5 stelle.
Se si scelgono pavimentazioni in legno o laminati bisogna controllare i livelli di emissione della formaldeide, che può causare problemi a carico dell'apparato respiratorio. Anche in questo caso esiste una normativa molto severa che limita i valori tollerabili di formaldeide nell'aria.
Esistono anche dei pavimenti componibili magnetici, che si posano con una semplicità e velocità irripetibili, semplicemente stendendo un tappetino magnetico ed incastrando le "mattonelle" in pvc magnetico che rimangono solidamente ancorate grazie alla grande superficie di contatto. Sono immediate da posare, resistenti, economiche, e facilissime da sostituire. Infatti se ne può sostituire anche soltanto una, senza dover sollevare tutto il pavimento come succede con il parquet flottante.
È prassi di estrema importanza controllare le certificazioni e le specifiche dei componenti che si vogliono mettere in opera nel proprio albergo, dobbiamo infatti essere sicuri di aver acquistato un prodotto a norma e che risponda a buoni standard qualitativi.

Come si può notare da quanto detto finora, la scelta dei materiali non può essere lasciata al caso o soltanto all'estetica, ma, al contrario, sono molti gli aspetti da considerare per creare un ambiente sicuro per i propri ospiti e a norma di legge.
La scelta dei mobili e la loro disposizione deve essere fatta anche in funzione della facilità di pulizia. Il costo della manodopera (cioè il tempo) è quello che incide tutti i giorni sul costo di gestione della camera ed è quì che si può risparmiare ogni giorno. Una volta effettuati i lavori strutturali, passiamo alla parte che da più soddisfazione: gli arredi ed i complementi.

Fatti un regalo utile, scarica la guida pdf:
"Come aumentare le prenotazioni di una struttura ricettiva".
È GRATIS!  Scarica 

Torna SU

Copyright © 2016-2021 consulentealberghi.it ®

Home  Contatti  Privacy  Cookie  Mappa del sito